Prenota
#1
#2
#3
#4
Ita
MENU
  • LINGUA Ita
  • Social Login

    Collegati per aver accesso ad offerte esclusive e sconti da urlo!

    Facebook
    Chiama
    Prenota

    I piatti tipici della Costiera Amalfitana


    Pubblicata il: 12 ottobre 2016
    Sei qui: Home > Blog > Food & Wine > I piatti tipici della Costiera Amalfitana

    La Costiera Amalfitana è uno di quei posti incredibili in cui tutto sembra connesso e in cui territorio e tradizioni convivono in modo complementare. Questo vale in tutti i settori e ambiti, ma trova la sua massima espressione in quello culinario. Per descrivere i piatti tipici della Costiera, infatti, basterebbe andare per “colori”: il giallo e l’arancio degli agrumi hanno i colori del sole e del tramonto; il blu del mare regala prodotti eccezionali e il verde della terra, delle colline e delle montagne completa il tutto. Ognuna di queste tipiche caratteristiche del paesaggio ha il suo posto da protagonista su qualsiasi tavola imbandita in Costiera Amalfitana.

    Lasciatevi incantare dai colori e ammaliare dai sapori, scoprendo quali sono i piatti che dovete assolutamente assaggiare se vi capita di passare per la Costiera!

    I limoni

    Ingrediente fondamentale per una quantità vastissima di piatti, i limoni sono un po’ i veri protagonisti della Costiera Amalfitana. Si fanno fatica a contare i giardini in cui non si vede almeno uno di questi alberi, con i suoi frutti, gialli come il sole, penzolanti dai rami. Sicuramente, la ricetta più tipica e conosciuta basata sui limoni è il celebre limoncello, liquore digestivo ottimo dopo un pranzo di pesce. Si contendono il patrocinio dell’invenzione Sorrento, Capri e Amalfi. Tanto che ogni città ha la sua esclusiva ricetta.

    Sebbene il limoncello sia l’unico “piatto” esclusivamente a base di limoni, questo agrume viene utilizzato in moltissime altre pietanze, come il babà, le delizie e il gelato. E non parliamo solo di dolci. Come non citare, infatti, i ravioli di ricotta con la scorza di limone grattuggiata? Oppure le fette di mozzarella affumicata servita tra le foglie di limone?

    piatti-tipici-costiera-amalfitana-limoni

    Pianta di limoni con Positano sullo sfondo

    Le alici di Cetara

    Cetara è un piccolo paese di 2.300 abitanti nella provincia di Salerno. Eppure, le sue alici sono famose in tutto il mondo. Si dice che i cetaresi siano cacciatori di tonno e pescatori di alici sin dai tempi più antichi, quelli etruschi. Evidentemente, migliaia di anni di storia gli hanno insegnato i trucchi più succosi e gustosi per pescare, lavorare e assaporare questo piccolo pesce azzurro. Una delle specialità più tipiche legate alle alici è la colatura: una volta pescate le alici, in primavera, queste vengono pulite, lavate e messe sotto sale e aromi e pressate con pesi diversi. Il liquido prodotto dalla pressione e dalla fermentazione viene filtrato, esposto al sole e infine imbottigliato.

    Il risultato è la cosiddetta colatura, una specie di concentrato di sale e alici dal sapore estremamente forte ma altrettanto buono. Ne basta pochissima per condire un intero piatto di spaghetti, una delle più tipiche delle specialità di tutta la Costiera: gli spaghetti con la colatura.

    piatti-tipici-costiera-amalfitana-colatura-alici

    I famosi spaghetti con la Colatura di Alici

    La pasta

    Madre di tutti i pasti, pranzi o cene, organizzati o improvvisati, in famiglia o con gli amici, la pasta, sulle tavole italiane, non manca mai. E se in Italia c’è un luogo che può essere considerato come la patria della pasta, questo è un piccolo paese nel cuore dei monti Lattari: Gragnano. Probabilmente, la fama della pasta di Gragnano ne precede le effettive caratteristiche. Ma non preoccupatevi: per una volta, le dicerie corrispondono alla verità.

    In questo luogo magico, grazie al giusto apporto di umidità, alla brezza marina e a condizioni naturalmente favorevoli, è nata secoli fa la tradizione della pasta, portata avanti ancora oggi e amata in tutto il mondo.

    Ma tutta la Costiera è da considerarsi patria della pasta. Come non citare, infatti, la mitica pasta a mano di Minori? L’economia di questo piccolo paese si è fondata per secoli sulla pasta fatta a mano, tanto che era uno dei centri di maggiore produzione durante il Regno delle Due Sicilie. Non a caso, si dice che sia proprio di Minori una delle paste più antiche del mondo. In questo caso, però, non è una tradizione orale a dirlo, ma niente meno che l’Unesco, che ha dichiarato i “ndunderi” di Minori la pasta più antica al mondo. I “ndunderi” sono un tipo di pasta simile a dei gnocchetti, al tempo dei romani fatti con farina di farro e caglio, oggi impastati con ricotta fresca e conditi con della semplice salsa di pomodoro. Un vero capolavoro culinario.

    piatti-tipici-costiera-amalfitana-pasta-gragnano

    La pasta di Gragnano. In foto, gli scialatelli

    I formaggi

    Tra Napoli e Salerno, l’entroterra della Costiera, si trova il Parco Naturale dei Monti Lattari. Questi monti furono chiamati così dai Romani non per caso, ma l’elevata presenza nella zona di allevamenti di capre e mucche. Potete ben immaginare, quindi, che anche la tradizione casearia in Costiera Amalfitana è un fiore all’occhiello della cucina locale. I due paesi protagonisti dei formaggi-eccellenza della Costiera sono Agerola e Tramonti. In particolare, Tramonti va ricordato per la caratteristica ricotta, ingrediente fondamentale per i “ndunderi” ma eccezionale anche con una semplice fetta di pane e dell’olio extra-vergine di oliva, rigorosamente delle colline salernitane.

    Meritano una menzione (e un assaggio) anche la provola affumicata e il fiordilatte.

    piatti-tipici-costiera-amalfitana-ricotta-tramonti

    Una ciotola di ricotta fresca

    I dolci

    Non esiste pasto degno di essere chiamato tale se non si concluda con un buon dolce. In Costiera lo sanno bene, infatti la tradizione dolciaria non lascia che l’imbarazzo della scelta. Abbiamo già citato i babà e i gustosi gelati agli agrumi, ma c’è un dolce che forse più di altri rappresenta il momento più “goloso” di un pranzo: la torta caprese. Si tratta di una semplice torta realizzata solo con mandorle e cioccolato, senza farina né lievito: leggera e gustosa.

    Una leggenda vuole che questo dolce nasca agli inizi del secolo scorso in seguito all’errore di un pasticcere che, nel preparare una torta per alcuni amici di Al Capone, dall’emozione si scordò la farina: avrebbe potuto rischiare la vita, invece si è trattato di uno sbaglio che ha dato vita a uno dei dolci più famosi della Costiera Amalfitana.

    piatti-tipici-costiera-amalfitana-torta-caprese

    La torta Caprese

    Newsletter
    Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.
    Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi della legge 196/2003 Italiana